Menu
  • Pubblicato Martedì, 03 Aprile 2012 02:00

Sole e vento riducono prezzi mercato elettrico tedesco a zero

Non è un pesce d'aprile: sole e vento alimentano la locomotiva tedesca

Fonte: PHOTON

Lo scorso 1° aprile, per chi avesse voluto acquistare energia elettrica verso le ore 16:00 sul mercato del giorno dopo del mercato elettrico tedesco, avrebbe potuto ottenere una fornitura di elettricità praticamente gratuita, dal momento che essa era disponibile a un prezzo di 0,008 centesimi di euro per chilowattora. L’immissione di energia fotovoltaica prevista per 9,2 gigawatt insieme a quella di energia eolica per 12,6 gigawatt hanno ridotto la richiesta di potenza da fonti convenzionali su valori inferiori a quelli delle ore notturne. Come logica conseguenza, i prezzi della domanda notturna sono stati fissati a un valore compreso tra 2 e 4 centesimi per chilowattora. Durante le prime ore della notte, il prezzo dell’elettricità è oscillato tra 3 e 2,3 centesimi con una domanda appena inferiore a 35 gigawatt. Il prezzo si è poi mantenuto su questo livello anche nelle ore della prima e della tarda mattinata, nonostante una crescente domanda, che a mezzogiorno ha oltrepassato 50 gigawatt. Sebbene la domanda fosse cresciuta, la richiesta di potenza da fonti convenzionali si è ridotta a valori notturni a causa dell’aumento dell’immissione di energia eolica e fotovoltaica. Durante il pomeriggio, poi, la domanda decrescente è stata accompagnata da una crescente domanda di energia eolica e solare e il prezzo dell’elettricità è sceso fino allo zero. In conseguenza di tale riduzione, il prezzo medio dell’elettricità per le ore di punta (dalle 8:00 alle 20:00) è stato di 1,893 centesimi di euro per chilowattora, al di sotto del prezzo medio giornaliero di 2,410 centesimi di euro. Si tratta indubbiamente di un cambiamento radicale rispetto al passato, quando i prezzi dell’elettricità erano più alti proprio a mezzogiorno, quando la domanda è generalmente maggiore. In futuro, durante le giornate soleggiate, l’elettricità sara meno cara all’ora di pranzo rispetto alle ore notturne.

AddThis Social Bookmark Button